San Pietroburgo

Alcuni la chiamano la “Venezia del Nord” per via dei suoi canali e il gran numero di ponti che la caratterizzano; altri dicono semplicemente “Piter” come se questa città fosse più una amica che un posto in cui vivere. Sicuramente San Pietroburgo è una città affascinante che racchiude una storia senza fine. Nel corso della sua storia, ha cambiato per tre volte nome: da San Pietroburgo a Pietrogrado, nel 1914; a Leningrado durante il regime comunista; per poi tornare a chiamarsi San Pietroburgo con la caduta del Muro di Berlino. Bagnata dal Neva da un lato e dal Fontanka dall’altro, la via principale, la Prospettiva Nevsky, divide in due parti quasi uguali la città. I ponti necessari al trasporto pubblico offrono, durante il periodo delle cosiddette notti bianche, uno spettacolo davvero emozionante. Vengono sollevati tutte le sere a orari prestabiliti per consentire il transito delle navi e offrono ai turisti uno spettacolo suggestivo e romantico: centinaia di imbarcazioni infatti si affrettano a “festeggiare” l’apertura dei ponti correndo dall’uno all’altro man mano che si aprono. Assolutamente unico il periodo delle Notti Bianche, fine giugno, quando, di notte, il cielo che sovrasta la città assume una sfumatura argentata, senza diventare mai completamente buio. Con i suoi eleganti palazzi, simbolo della potenza tramontata degli zar, ma anche con la struggente bellezza dei suoi viali scenografici e delle cupole dorate delle sue chiese, San Pietroburgo è una città dal fascino fiabesco e dall’anima artistica in cui il divertimento è considerato un vero e proprio stile di vita.

 

Tour Collegati

Alloggi Collegati

Escursioni